TORNAVENTO

Una barca per tutti

Tornavento, una storia di generosità

Tornavento nasce nel 1997 per volere del suo primo armatore, Luigi Zambon, ultimo discendente della famiglia dogale veneziana Soranzo e figlio dell’Ammiraglio Mario Zambon della Marina Militare di Venezia.
Luigi fece costruire Tornavento perché voleva che tutti potessero avere la possibilità di governare una barca a vela, anche chi non poteva alzarsi in piedi. Ha fondato la Scuola Vela e di Navigazione Sabaudia di cui era presidente. Assieme all’instancabile moglie Gabriella Assenza, ha offerto la possibilità di vivere il mare a vela a tutti, nessuno escluso, per oltre vent’anni.

Marco Rossato – uno dei nostri soci fondatori – conobbe la Scuola Vela e di Navigazione Sabaudia dopo l’incidente: aveva bisogno di dedicarsi allo sport e aveva una promessa in sospeso con il mare. Luigi divenne per lui non solo istruttore di vela, ma anche un grande amico e fonte di ispirazione.

Pochi mesi prima della sua scomparsa, Luigi donò a Marco la sua amata Tornavento con la speranza di vederla un giorno tornare in mare. Marco si è immediatamente dato da fare e grazie agli sponsor, amici e artigiani che hanno collaborato è riuscito in pochi mesi a rimetterla in acqua. Tornavento è ora a disposizione dell’associazione I Timonieri Sbandati ed è tornata a realizzare lo scopo per cui era nata: essere uno strumento a disposizione delle persone con disabilità motoria, utile a riconquistare autonomia e autostima grazie allo sport e la vita in mare.

Vuoi salire a bordo?

 

Com’è fatta Tornavento?

 

ARMO-DIMENSIONI-FORME
Tornavento
è uno sloop di 30′ (9,20 m)
 larga (baglio max) 3,40 m con un pescaggio di appena 80 cm per poter affrontare al meglio anche le basse acque lagunari.
Le due derive laterali, necessarie per evitare l’effetto scarroccio, insieme alla pancia dove è inserita la zavorra che evita lo scuffiare (il rovesciamento dello scafo) permette, in caso di emergenza, di poter spiaggiare.  

EQUIPAGGGIO
Una piccola grande barca: Tornavento può ospitare un equipaggio di 9 persone. Il pozzetto, ampio e privo di panche laterali, permette di ospitare comodamente fino a 5 persone in seggiola a rotelle. Una volta terminati i lavori, saranno disponibili anche 4 sedili (removibili) con cuscini antidecubito integrati e cinture di sicurezza che permettano di avere il libero uso degli arti superiori non preoccupandosi di aggrapparsi ed avere così le mani libere per le manovre assegnate. La disposizione dell’equipaggio standard sarà:
  • uno timoniere – o skipper – a poppa (a dritta o a sinistra)
  • un trimmer alla randa (la vela principale) che dovrà lavorare in stretta sinergia con il timoniere
  • un trimmer alla scotta di sinistra del fiocco (genoa/gennaker) 
  • un trimmer alla scotta di dritta del fiocco (genoa/gennaker)
  • un navigatore al centro pozzetto che fornirà indicazioni sulla regolazione delle vele, rotta e informazione dagli strumenti (velocità del vento, raffiche, velocità della barca, …). 

 

ACCESSI by InnovaNautic
A bordo di Tornavento si accede tramite una passerella progettata per il  passaggio di qualunque seggiola a rotelle e pensata per adattarsi al livello del pontile galleggiante. La passerella è larga 90 cm e realizzata in fibra di carbonio, capace di sopportare il peso di oltre 350 kg. Ricoperta da una speciale vernice di colore bianco con componenti antisdrucciolo, limita il rischio di scivolamento sia per il passaggio delle carrozzine che delle persone. 

Anche l’accesso sottocoperta è garantito da una pedana sali/scendi a funzionamento elettrico e manuale. In questa pedana sono presenti dei tienti bene, luci e suoni di avvio, modalità di attivazione intelligente e compatta in modo di ridurre al massimo ogni ingombro. I consumi elettrici sono irrisori e l’alimentazione è a bassa tensione (12V).  Le innovazioni sono frutto della nostra esperienza e le mettiamo a disposizione di tutti con InnovaNautic.

Vuoi regalare un’avventura a bordo di Tornavento?

 

REFIT 2019
Il primo video mostra l’inizio del refit svolto nell’estate 2019 presso il cantiere CD Nautica di Fiumaretta (SP). Nel secondo video, il primo test di Tornavento in navigazione da Bocca di Magra a Viareggio, per la prima volta in mare dopo 22anni e gestita da un equipaggio speciale: Andrea Brigatti (Armatore del S/Y Cadamà), Igor Macera (Velista e Pilota Acrobatico di Aliante) e Marco Rossato, noto velista/navigatore per aver circumnavigato l’Italia in solitaria a bordo di un trimarano di 8metri. Alla fine è il risultato che conta: barca affidabile, ben bilanciata, molto spaziosa, di facile gestione, buon senso di sicurezza e a metà pomeriggio con raffiche a circa 12-15kn il divertimento è stato davvero tanto!

 

         

 

Lavori effettuati fino al mese di febbraio 2020 a bordo di Tornavento sono stati:

• Spazio in secca + copertura termoretrattile + acqua e corrente fornito da CD Nautica SRL
• Sabbiatura e riverniciatura albero + boma + sgrassamento e riverniciatura interna a cura di Stefano Medici : mail:  medici.ilveliero@libero.it
• Rigging + sartie e crocette nuove a cura di Bruzzi Boat Service
• Verniciatura scafo esterno a cura di Yacht Pride SRL
• Materiale di consumo: Primer + Antivegetativa + Sgrassanti + accessori vari a cura di Super Yacht Chandler
• Tutte le cime sono fornite da Armare Ropes
• Tutta l’elettronica di bordo è fornita da Raymarine
• Motore Lombardini 30CV Diesel rifatto e revisionato completamente a cura di Motonautica Luchetti
• Gas nocivi di scarico abbattuti del 90% grazie al dispositivo 3D offerto dall’azienda Dukic Day Dream SRL
• Rollafiocco a cura del distributore Italiano della FACNOR
• Vele: randa + fiocco + easybag a cura di SailDesign
• Adesivi prespaziati a cura di Conzato SRL (sez. Aerografia)
• Altra manodopera a cura dei volontari Timonieri Sbandati

Con TORNAVENTO puoi vivere un mare di emozioni ritrovando autonomie senza barriere

Non chiamatela accessibilità, chiamatela comodità! Del resto dove passano le carrozzine passiamo bene tutti quanti.

 

BASE NAUTICA TORNAVENTO: PORTO LA MADONNINA – VIAREGGIO (LU)

 

Font resize
Contrast